Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mutui, l’Euribor inizia una lenta risalita. Cosa cambia

Il 28 novembre 2011 potrebbe essere ricordato come il punto più basso per gli Euribor. L'indice ha un mese ha segnato il minimo storico a 0,107%. Minimo storico anche per il "fratello" a 3 mesi allo 0,181%.

Da allora gli Euribor sono entrati in una leggera altalena con saliscendi ripetuti. Dal 24 gennaio 2013, però, la salita (lentissima) non è controbilanciata da ribassi. E la sensazione è che possa, come una tartaruga, proseguire ininterrotta nei prossimi 3-4 anni verso quota 1,5%-2%. Almeno è quello che ci dicono, oggi, i future sull'Euribor a 3 mesi che vanno presi per le pinze ma sono pur sempre indicativi.

Perché gli Euribor stanno salendo? Perché dal mercato interbancario stanno arrivando segnali di distensione. Lo dimostra il fatto che la somma di prestiti della Bce effettuati nel dicembre 2011 restituita da parte delle banche europee che ne hanno usufruite ha battuto le attese. Vuol dire, in parole povere, che sul fronte della liquidità gli istituti stanno un po' meglio di qualche tempo fa. E quindi che il mercato interbancario – di cui l'Euribor ne è la sintesi "imperfetta – pare destinata a migliorare.

Molto, molto lentamente. Ma forse il fondo è stato è toccato.

Ecco cosa cambia per chi ha mutuo in un articolo sul Sole 24 Ore