Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La Polonia fa marcia indietro sull’euro? “Non abbiamo poi così tanta fretta di entrarci”

"La Polonia non vuole accelerare i suoi piani per introdurre l'euro". Lo ha detto oggi Jacek Dominik, il ministero delle Finanze della Polonia. "Al contrario, l'Eurozona ha bisogno di stabilizzarsi istituzionalmente perché la Polonia decida di entrarci. L'Eurozona deve riguadagnare credibilità".

In sostanza, la Polonia adesso non ha più fretta di entrare nell'euro. Anzi preferisce temporeggiare. E' questo l'ennesimo risvolto di questa pazza pazza crisi dei debiti sovrani. La Polonia fino a poco tempo fa avrebbe fatte carte false (si fa per dire, mentre ahinoi la Grecia le ha fatte davvero) per entrare nell'euro. Mentre adesso snobba, con fare radical chic, la moneta unica. La stessa moneta per la cui introduzione la Polonia ha avviato un percorso virtuoso sui conti. E' riuscita a ridurre il debito/Pil sotto il 60% (come previsto dai parametri di Maastricht) al 56,3% e conta entro quest'anno di portare il rapporto deficit/Pil entro il 3%.

Ma ora qualcosa è cambiato. La Polonia non si fida. Dopo Finlandia e Olanda che minacciano di uscire dall'euro quello di Varsavia è il primo caso di un Paese che prende tempo per entrarvi perché in fondo, a queste condizioni, nutre seri dubbi sulla validità di un'Unione che, con grave colpevolezza dei fondatori, adesso si sta cercando disperatamente di costruire partendo dal tetto anziché dalle fondamenta. Con il fiato sul collo del mercato dei derivati (nel 2012 incredibilmente non regolamentato) che, dall'altra parte, macina soldi.

  • pedro |

    Anche l’Italia si dovrebbe unire ai Paesi che come l’Olanda e la Finlandia preferirebbero uscire dall’euro. Magari a brevissimo termine i risparmiatori pagherebbero un minimo di dazio, ma le prospettive future sarebbero ben diverse da quelle attuali ,con le bufere finanziarie che faranno implodere la zona euro

  • maria karasiewicz |

    Secondo me la Polonia fa molto bene di non avere fretta per entrare nella zona euro!…

  Post Precedente
Post Successivo