Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tutti i più eclatanti casi di biscotto nel calcio. Anche l’Italia non ha la fedina pulita. Nel 2002 la melina con il Messico eliminò proprio la Croazia

Se Spagna-Croazia lunedì sera finisce 2-2, l'Italia torna a casa, indipendentemente dal risultato degli azzurri contro l'Irlanda di Trapattoni. Gli spagnoli assicurano che punteranno a vincere, senza calcoli, nè combine. I tifosi azzurri lo sperano, anche se a dirla tutta il nome dell'allenatore della Spagna, Del Bosque, non è dei più rassicuranti in questo caso vista la strana assonanza con la parola "biscotto".

Mentre molte agenzie di scommesse hanno escluso il 2-2 e pareggi a reti più alte (superbiscottoni) dalle puntate (una scelta che indica che le possibilità del biscotto sono più basse di quanto molti credono) la storia del calcio è piena di biscotti. Ricordiamone qualcuno.

Ovviamente c'è il 2-2 tra Danimarca e Svezia agli Europei del 2004 che costò l'eliminazione proprio all'Italia, allora allenata da Trapattoni. Ma non solo. Quest'anno in Champions League si è verificato un risultato che puzza proprio di biscotto marcio. Dinamo Zagabria-Lione 1-7. Indovinate quale risultato serviva al Lione per passare il turno? Proprio quello.

E poi c'è un bel 6-0 dell'Argentina contro il Perù ai mondiali d'Argentina del 1978 che mandò a casa il Brasile. Spostiamoci agli Europei di Francia '84. La Spagna travolge Malta 12-1 e con questo risultato elimina l'Olanda. Anche questa volta l'Italia – la stessa squadra che nel 2002 fece melina con il Messico nei minuti finali dopo il gol dell'1-1 di Del Piero che eliminò proprio la Croazia imballata in una gara in tempo reale contro l'Ecuador - spera che la Spagna faccia una goleada. E che non se ne parli più.

  • Vito Lops |

    Ma se l’Italia avesse cercato la vittoria nel finale con il Messico sarebbe passata la Croazia

  • Rabo |

    Mi scusi, Lops, ma qui c’è un’inesattezza.
    La Croazia fu eliminata perché perse con l’Ecuador (che aveva 0 punti in due partite) mentre noi pareggiavamo col Messico. La Croazia aveva in mano il proprio destino ed ha perso con l’ultima del girone…

  • piero |

    Chiunque abbia visto Svezia Danimarca (il 2-2 per intenderci) sa che fu una partita vera, con la Danimarca piu’ volte vicina al 3-1 e che sul 2-1 colpi’ anche un palo clamoroso. L’unica cosa meno edificante fu la melina a centrocampo nei minuti finali sul risultato di 2-2 (unica cosa che fu vista dal 99% degli italiani). Altro che biscotto, fu un fallimento sul campo. Non trasferiamo ad altri i nostri difetti, facciamo pulizia nel nostro calcio, quello si che é malato. Basti pensare che alcuni giocatori della nazionale sono in forte odore calcioscommesse.

  • Mk76grn |

    Non solo… Uno dei gol annullati contro la Croazia fu per un marchiano presunto fuorigioco, inesistente in quanto l’attaccante oltre a tutto si trovava DIETRO al pallone…

  • Carlo |

    Esatto, per 5 minuti di gioco + recupero non ci fu gioco, quindi biscottino, a scapito della Croazia. Se l’Italia avesse provato a vincere la partita segnando il 2-1 sarebbe passata la Croazia. Insomma, un mini-biscotto finale!

  Post Precedente
Post Successivo