Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quale è il prezzo corretto di Facebook?

38, 31, 21, 35, 40? Quale è il prezzo corretto di Facebook? L'Ipo dei record al momento si sta rivelando l'Ipo delle indagini e delle inchieste. Le autorità stanno infatti indagando sulla regolarità del comportamento di Morgan Stanley, tra le banche che hanno guidato il 18 maggio il social network al Nasdaq. Da chiarire se la banca abbia comunicato a tutti o solo ad alcuni investitori le stime al ribasso sugli utili di Facebook evidenziate da un ananlista della stessa Morgan Stanley a poche giorni dal collocamento. Sottotorchio anche la società Nasdaq per problemi sulla comunicazione del prezzo in sede di apertura.

In attesa del responso delle indagini. Restano i fatti: Facebook ha perso il 19% in due giorni confermando le perplessità sollevate anche sulle pagine di questo blog. E oggi sale del 4% a quota 32,7, in ogni caso nettamente al di sotto dei 38 dollari di quotazione. Si tratta di un rimbalzo tecnico o ci sono motivi per credere che da qui in poi le azioni possano risalire con convinzione.

Gli analisti, tra ottimisti e scettici, sono divisi. Ecco cosa ne pensano in questo articolo sul Sole 24 ore – Facebook.

  • Zenzero |

    valutandola anche 10 euro dovrebbe sostenere ritmi di crescita importanti da qui al 2020: provando con una valutazione cash (dcf unlevered) e con incrementi del fatturato pari al 50% annuo e mantenendo una marginalità operativa oltre il 40% – investimenti zero e variazioni circolanti zero- ammortamenti a regime circa 1mld (lo so: senza investimenti alla lunga e’ un controsenso considerare degli ammortamenti! Ma e’ solo per dire che si tratta di una valutazione generosa ) tax rate 35% e’ dura far venire fuori una valutazione di 30$…ma nemmeno di 10!
    Già nella trimestrale del primo quarte 2012 – disponibile nella sezione investor di fb prima del collocamento – era nota la minore marginalità a livello operativo.
    Fa specie inoltre che gli investimenti riguardano marketable securities e non investimenti produttivi: ci si augura che sia solo un parcheggio della liquidità disponibile.
    Per il resto a 30 dollari e’ una vera pazzia.

  • Riccardo Carboni |

    Il prezzo a mio parere era completamente esagerato ed irreale.
    A proposito si sarebbe dovuto meglio considerare il basso valore degli utili rispetto al prezzo stimato della compagnia.
    Inoltre quello del social è un mercato di estrema volatilità (stante la facilità e la velocità con cui le innovazioni tecnologiche si susseguono). Quindi l’analisi sul prezzo dell’IPO avrebbe dovuto guardare principalmente alle prospettive di breve termine, che non consentono ragionevolmente di ritenere una crescita forte degli utili.

  Post Precedente
Post Successivo