Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Facebook, debutto in Borsa verso il 18 maggio. Conviene o no?

Secondo quanto riporta l'agenzia Radiocor del Sole 24 Ore il debutto di Facebook potrebbe avvenire in Borsa il 18 maggio. La data è indicata dal Wall Street Journal secondo cui ci potrebbe essere al massimo uno slittamento di uno o due giorni. La sigla di Facebook – che approderà nel listino tecnologico Nasdaq – sarà FB. La forchetta di prezzo indicata per la quotazione sarà resa nota nei prossimi giorni e il prezzo definitivo fissato alla vigilia del debutto. Gli analisti da mesi indicano una forchetta di valore, per l'interai Facebook, tra i 75 e i 100 miliardi di dollari.

Ovviamente, trattandosi di un'Ipo statunitense, per un investitore europeo l'opportunità di partecipare ai sorteggi delle azioni di Facebook (aggiundicandosi quindi le azioni al prezzo di Ipo) sono pressoché nulle.

Sarà possibile invece compravendere le stesse azioni una volta approdate sul mercato secondario.

Ma bisogna fare attenzione perché un'eventuale balzo della domanda in pre-apertura potrebbe far schizzare la quotazione verso l'alto portando il prezzo dell'investimento su soglie decisamente più care. Che non è detto siano sempre più convenienti. A tal proposito invito a leggere l'analisi realizzata a febbraio sull'andamento delle ultime Ipo del web (Groupon, Zynga, Pandora, Linkedin) con videoanalisi sull'Ipo di Facebook, confrontando la differenza nel rendimento da chi è partito con il prezzo di Ipo con chi non ha avuto alternative a una partenza sul mercato secondario, essendo difatti impossibilitato ad acquistare azioni in sede di Ipo. Da quest'altra classifica emerge che ci sono alcune società che hanno dato sinora soddisfazione (sia agli investitori dell'Ipo che a quelli esclusi). Mentre altre hanno offerto rendimenti positivi solo per chi è "entrato" al prezzo di quotazione.

Approfondimento Ipo Facebook sul Sole 24 Ore