Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il virus della Grecia contagia il Portogallo. I bond di Lisbona superano il 21%

Le rinnovate tensioni sulla Grecia spingono alle stelle i rendimenti dei bond portoghesi. Mentre quelli di Italia e Spagna, grazie alla spinta fornita dalla liquidità della Bce, restano nettamente inferiori rispetto ai picchi raggiunti un mese fa. Il che lascia ipotizzare che il contagio di Atene possa colpire, ma solo Lisbona. Lo sostiene un trader. Del resto, guardando quello che sta accadendo nelle sale finanziarie, i numeri vanno in questa direzione.

L'asta BTp di oggi non è risultata brillantissima sul fronte della domanda ma ha consentito all'Italia di rifinanziarsi per 7,5 miliardi a tassi, sul medio periodo, decisamente più bassi rispetto a quelli di un mese fa.

Mentre il Portogallo ha infranto al rialzo nuovi record. Oggi, infatti, lo spread tra i bond portoghesi e il Bund tedesco ha aggiornato il massimo storico. La forbice tra i due titoli si è allargata a 1.420 punti e il rendimento del decennale lusitano è schizzato al record del 16,07%. Il rendimento dei titoli a cinque anni è balzato al 21,61%. In forte rialzo anche i credit default swaps (polizze che coprono dal rischio insolvenza) del Paese. Secondo i dati di Cma, il costo per assicurare 10 milioni di dollari di debito sovrano lusitano per i prossimi cinque anni è schizzato a 3,95 milioni di dollari, da pagare in anticipo, più altri 100mila dollari da pagare annualmente.

«La pressione sui rendimenti dei titoli portoghesi (dopo quelli greci con il bond in scadenza a marzo che viaggia su un teorico 1.100%) – spiegano dalle sale operative – deriva dai timori per un risultato negativo nelle trattative in Grecia sulla ristrutturazione del debito sovrano».

Timori rinfocolati dalla proposta tedesca di commissariare la Grecia. Proposta che sta alimentando i contrasti all'interno dell'Unione europea. Mettere Atene sotto la tutela dell'Ue è inaccettabile. Lo ha detto il presidente dell'Eurogruppo, Jean Claude Juncker. «Sono fortemente contrario – dice – all'idea di imporre un commissariamento finalizzato solo alla Grecia. Non è accettabile». Berlino non si fida dell'impegno greco a implementare le riforme, specie in vista delle elezioni che si terranno prossimamente in Grecia e per questo ha chiesto una sorta di commissariamento del governo di Atene. Durissima resistenza anche da parte dei greci.

Le rinnovate tensioni sulla Grecia spingono alle stelle i rendimenti dei bond portoghesi. Mentre quelli di Italia e Spagna, razie alla spinta fornita dalla liquidità della Bce, restano nettamente inferiori rispetto ai picchi raggiunti un mese fa. Il che lascia ipotizzare che il contagio di Atene possa colpire solo Lisbona. Lo sostiene un trader. Del resto, guardando quello che sta accadendo nelle sale finanziarie, i numeri vanno in questa direzione.

www.twitter.com/vitolops