Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Perché adesso anche la Francia è nel mirino dei mercati

Da 575 a 475 (circa). Al momento l'effetto-Monti c'è stato sui mercati con lo spread tra BTp e Bund – di questi tempi usato più che mai come il termometro sulla percezione del rischio Paese e del livello di tensione finanziaria – "calmierato" di 100 punti base. In proiezione, ciò vuol dire un risparmio annuo di circa 6 miliardi per le casse dello Stato.

Si tratta di livelli ancora insostenibili sul lungo periodo e che, solo una decina di giorni fa, avremmo considerato più che allarmanti. Nell'attesa di scoprire le misure che il neo-premier Mario Monti effettivamente adotterà (e soprattutto se troveranno l'appoggio del nuovo Parlamento trasversale) la pressione dei mercati sembra si sia spostata sulla Francia.

Articolo completo sul Sole 24 Ore

www.twitter.com/vitolops