Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Oggi i conti di deposito offrono fino al 4,75%. Tutti i tassi a confronto

Da un lato le banche sono sempre più restie a concedere mutui portando gli spread a livelli mai visti (la media è salita al 2% ma sono in vista nuovi rialzi). Dall'altro stanno facendo di tutto per attrarre nuovi capitali, anche dalle famiglie.

E' questo uno dei tanti effetti di questa crisi "banche-Stati-banche". Fatto stà che di giorno in giorno stiamo assistendo a questi due fenomeni

– rialzo degli spread e quindi rallentamento delle richieste/erogazioni di mutui (diminuiscono capitali in uscita per le banche)

- corsa al rialzo dei tassi di interesse offerti sui conti di deposito in sponda all'effetto-marketing della nuova imposizione fiscale (dal 1 gennaio 2012 la ritenuta fiscale sugli interessi scende dal 27 al 20%) che si traduce in nuovi capitali che arrivano nelle casse degli istituti, che però si impegnano a pagare interessi nettamente più alti rispetto a quelli di riferimento europei (tasso Bce all'1,5%)

Per il piccolo risparmiatore protetto fino a 100mila euro dal Fondo di tutela dei depositi interbancari, in ogni caso, questo effetto può tradursi in un vantaggio in quanto può mettersi nelle condizioni di ricevere remunerazioni più alte rispetto alle medie di mercato offerte da altre forme di investimento a basso rischio. In una fase in cui le Borse procedono a volatilità altissima.

Tra le offerte si segnala l'ultima di Banca Sistema che, per chi vincola il capitale per 24 mesi, paga il 4,75% lordo. Ma ci sono tanti altri istituti che si spingono oltre il 4%. Il consiglio? Occhio al vincolo, a importi minimi e a tassi unicamente promozionali rispetto a quelli a regime.

Scarica Scarica Quanto rendono i conti di deposito (file excel)