Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Oggi l’ultima di Trichet alla Bce. Taglierà i tassi?

Oggi si riunirà l'ultimo consiglio direttivo della Bce guidato da Jean-Claude Trichet. Dopo otto anni il francese lascerà il posto all'italiano Mario Draghi. La domanda che molti si pongono è: la Bce taglierà i tassi per rilanciare l'economia?

Attualmente i tassi di riferimento europei sono all'1,5%, in seguito al rialzo di 25 punti base apportato a luglio.

Per capire se la Bce opererà una manovra espansiva bisogna guardare il dato sull'inflazione.

A settembre l'inflazione nell'Eurozona si è attestata al 3%, ben oltre il livello di guardia del 2% che resta il principale compito statutario della Bce. Per questo motivo la maggior parte degli esperti si aspetta che a questo giro la Bce lascerà invariati i tassi, nonostante le proiezioni indichino che il costo della vita nell'area euro dovrebbe scendere sotto il 2% nella prossima primavera, posizionandosi quindi entro i parametri guida dell'istituto di Francoforte.

Allo stesso tempo, va precisato che la leva dei tassi di riferimento non è l'unica arma a disposizione della Bce per foraggiare le banche europee (nuovamente a rischio credit crunch, come nell'ottobre 2008, il mese successivo al crack di Lehman Brothers).

Per stimolare l'economia la Bce ha nel cassetto degli attrezzi anche altre misure con cui fornire liquidità alle banche e spingere queste ultime a elargire più agevolmente credito a imprese e famiglie:

– facility per elargire finanziamenti alle banche europee

– acquisto di covered bond

– riduzione del tasso di deposito overnight 



Saranno queste probabilmente le leve che Trichet muoverà oggi, al suo ultimo atto da governatore.