Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I mercati hanno sete di fiducia

La sensazione è che i mercati stiano andando molto male da inizio estate perché i governi locali e l'Unione europea in senso lato non hanno le idee chiare su come uscire dall'empasse dei debiti sovrani europei.

Per riportare la fiducia ci vorrebbe non tanto un'immediata inversione di tendenza dei dati macro quanto la capacità dell'Ue di avere una ricetta condivisa per stornare questa crisi. Una crisi sì finanziaria ma anche di credibilità dell'impianto dell'Ue. Che i mercati abbiano sete di fiducia lo dimostra l'andamento degli ultimi due giorni, tornato vivace grazie proprio al fatto che prima i Bric (i rappresentati dovrebbero riunirsi a Washington la settimana prossima per parlare anche di un sostegno ai Paesi Ue) e poi direttamente alcuni big dell'Ue (Barroso e Sarkozy) hanno tracciato un mini-sentiero per provare stemperare il circolo vizioso in cui si è inanellata l'economia europea. (analisi Video)