Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mutui a sconto nella crisi. Ma le banche alzano gli spread

Borse in picchiata. Scossoni nella Banca centrale europea (si è dimesso a sorpresa il capo economista Jurgens Stark). Spread BTp-Bund su livelli record (nonostante lo scudo protettivo della Bce che interviene da un mese a questa parte sul mercato secondario per sostenerne la domanda). Mentre si agita nelle stanze finanziarie lo spettro di un default della Grecia (al riscadenziamento del debito avrebbe aderito meno del 90% degli investitori privati a cui Atene puntava). E in questo elenco di note dolenti che tengono risparmiatori e investitori di ogni latitudine con il fiato sospeso, potremmo aggiungere altri punti (nuovi probabile tagli di rating in vista dei rating di alcuni Paesi della Ue, Stati Uniti imballati su un tasso di disoccupazione al 9,1% nonostante due imponenti manovre di quantitative easing operate dalla Federal Reserve).

Ma fermamioci qui. Perché questa pazza estate finanziaria non c'è solo da fasciarsi la testa. Al momento sul fronte mutui dove le attuali condizioni di mercato stanno aprendo uno scenario pressoché irripetibile per chi è orientato a stipulare un prestito ipotecario. Vediamo perché.

Versione integrale dell'articolo sul sito del Sole 24 Ore