Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Spread, manovra, Iva e pensioni

Nell'attesa di conoscere se la Bce continuerà a sostenere la domanda di titoli di Stato italiani (il verdetto da Francoforte è atteso per giovedì 8 settembre) resta alto il livello di guardia sugli spread tra quanto rende sul mercato secondario il BTp italiano a 10 anni e il corrispettivo Bund tedesco (considerato in questa fase di avversione al rischio, più che mai, un porto sicuro dove mettere al riparo la liquidità).

Questa mattina il differenziale è schizzato in apertura a 378 punti base per poi ripiegare intorno ai 370 punti base, intorno ai valori della chiusura di ieri. Per poi affievolirsi ulteriormente a quota 360, subito dopo l'annuncio della Banca centrale svizzera di fissare un valore minimo per il cambio con l'euro a 1,20 per contrastare l'apprezzamento del franco (considerato una valuta rifugio) nei confronti della divisa continentale.

Versione integrale dell'articolo sul sito del Sole 24 Ore