Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lo spread tra BTp e Bund sarebbe a 450 punti senza l’intervento della Bce

Lo spread (la parola finanziaria più gettonata in questa pazza estate finanziaria) tra il rendimento del BTp e il Bund a 10 anni viaggia da qualche giorno stabilmente poco sotto i 300 punti base. Ovvero il Bund rende poco più del 2% e i BTp pagano qualcosa in più del 5%, a causa del maggiore rischio Paese dell'Italia sulla Germania, a giudizio dei mercati.

Siamo alti, ma restiamo al di sotto del picco oltre i 350 punti base toccato a luglio. Picco che, unitamente a quello raggiunto dal differenziale tra titoli di Stato in Spagna e Germania, è mediato dalla decisione annunciata dalla Bce di intervenire sul mercato per acquistare titoli di Stato dei due Paesi europei.

Per questo motivo, uno spread intorno ai 300 punti base al netto dell'intervento calmierante della Bce, viene letto con molta preoccupazione dai gestori. Secondo un professionista del settore, che preferisce restare anonimo, il differenziale tra BTp e Bund, in assenza della "protezione" offerta dalla Banca centrale europea si attesterebbe sull'allarmante soglia dei 450 punti base.