Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Tutti pazzi per oro, argento e rame. Come andranno le commodities nel 2011?

Tutti pazzi per le materi prime. Nobili (come l'oro e l'argento) e meno nobili (come il rame). Il 2010 è stato un anno da incorniciare per gli investitori in commodities. Le quotazioni dell'oro – fissato oggi a 1.411,57 dollari l'oncia – sono cresciute del 30% (la performance più brillante dal 2007). Ancor meglio ha fatto l'argento, balzato dell'80% in 12 mesi, ritrovando a 30,7 dollari i massimi raggiunti 30 anni fa. Territorio inesplorato, invece, quello raggiunto oggi, in occasione degli ultimi scambi del 2010 nel giorno di San Silvestro, per il rame che ha toccato 9,645 dollari a tonnellata con un benchmark di 9,639 dollari al London metal exchange.

Le previsioni sui metalli preziosi
Quando si raggiungono soglie mai raggiunte gli amanti delle statistiche vanno gambe all'aria: perché se un evento non si è già verificato prima d'ora, se quel prezzo non è stato mai toccato prima, è impossibile fare appello alla statistica per provare a proiettare quotazioni future. Così, quando si parla di materie prime, bisogna in questo momento basare le previsioni esclusivamente su fattori macroeconomici. Gli stessi che hanno innescato lo sprint nel 2010 dei metalli preziosi.

Leggi l'articolo completo sul sito del Sole 24 Ore

  • Vito |

    Sono contrario al detto “vendi e pentiti”, soprattutto quando si vende, come nel tuo caso, con profitto 🙂

  • fabio |

    Ciao,
    in effetti prese nel momento giusto le materie prime lo scorso anno mi hanno dato innumerevoli soddisfazioni, però arrivato ad un certo punto (in media +10%) ho preferito uscire e godermi il guadagno…naturalmente alcuni prodotti come zucchero e cacao hanno continuato la loro corsa, ma vale il detto “vendi e pentiti” un solo rammarico il cotone: acquistato ai minimi (1,2 E.) avrei potuto venderlo a 3 E. invece che a 1,8 E. come ho fatto…
    Avevo pensato di rientrare in borsa oggi, ma è tutto ai massimi quindi aspetterò le lacrime di qualcuno.

  Post Precedente
Post Successivo