Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Comprare casa negli Usa, ultima occasione?

Ecco un articolo pubblicato su Plus24 sabato 19 dicembre

Il 2009, da dimenticare per l’andamento generale
dell’economia, potrebbe chiudersi però con un record per l’Italia. Secondo le
stime di Scenari Immobiliari, infatti, il bilancio di compravendite di case
all’estero da parte di cittadini italiani supererà, per la prima volta, quota
35mila. Di queste, una si quattro riguarda immobili situati negli Usa. “Non è
un caso che gli Usa siano oggi la meta preferita per gli italiani che investono
nel mattone oltreconfine – commenta Paola Gianasso, esperta di mercati internazionali
di Scenari Immobiliari -. L’effetto combinato del supereuro e del crollo dei
prezzi del mattone offre un mix difficilmente ripetibile. Anche perché nella
seconda metà del 2010 dovremmo assistere a un recupero generalizzato delle
quotazioni. Oggi vi sono occasioni da cogliere in tutte le città più
importanti, da Boston a Los Angeles”.

La località più richiesta – secondo le elaborazioni di
Scenari Immobiliari – è Miami, dove i prezzi hanno registrato negli ultimi 12
mesi un calo medio del 25%, con punte del 50 per cento. “Ma gli italiani stanno
acquistando anche nelle località della costa Ovest, in particolare Santa Monica
e Malibù, dove le quotazioni immobiliari sono calate del 20 per cento da
dicembre 2008 ad oggi”. Mentre sono in calo gli acquisti a New York dove, come
spiega Angelo Cinel, d
irettore estero Professionecasa prestige
international, “la crisi del mercato scoppiata negli Usa nel 2007 si è
affacciata solo otto mesi fa.  Nel 2008,
mentre l’America scivolava, le case a Manatthan sono balzate del 20 per cento”.
Così’, il calo medio di un quinto dei prezzi medi del residenziale nella Grande
Mela registrato nel 2009 non deve ingannare – fa notare l’ufficio studi di Ubh
– perché parte da una base prezzi più alta e perché non è uniforme dato che
nelle zone di pregio le quotazioni continuano a crescere come dimostra il +8% messo
a segno nel terzo trimestre dell’anno.

Ma chi è l’italiano che fa shopping di case negli Usa? “Si
tratta di individui con un reddito medio-alto, perlopiù imprenditori – spiega
Cinel -. Il 70% acquista per diversificare i propri investimenti. Molti,
inoltre, stanno scoprendo la formula del condo-hotel attraverso la quale si
possono acquistare singole stanze in un albergo. Il prezzo, rispetto a un
comune appartamento, è più caro del 25-30% a parità di metro quadro ma la redditività
è decisamente più alta e supera il 6% annuo”.


I prezzi delle case negli Usa

 

Var. % prezzi (in dollari) *

Prezzi degli immobili di pregio (euro
al mq) *

New York

-20

8850

15100

Miami

-25

1450

2400

Boston

-18

1800

3600

Chicago

-18

1850

3800

San Fransisco

-15

2300

4000

Los Angeles

-25

3450

4700

Denver

-35

1200

2100

New Orleans

-18

2000

3500

Santa
Monica/Malibu

-20

1800

5000

*stime nel
range dicembre 2008/dicembre 2009

 

 

 

** valori medi
escluse le punte di mercato

 

 

 

Fonte: Scenari
Immobiliari