Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Conviene investire in diamanti?

Diamond
Il primo esemplare di diamante risale a 2,5 miliardi di anni fa. E’ considerato il materiale più duro oggi conosciuto. Ed è, nel variegato mercato delle materie prime, uno dei beni più affidabili sul lungo periodo. Negli ultimi 15 anni, per fare un esempio, le quotazioni del diamante hanno superato sia l’oro che il tasso di inflazione. In termini reali, quindi, ha assolto a pieno alla sua funzione di bene rifugio. Dal mercato, intanto, non arrivano segnali di stanchezza.  Ieri, il gruppo sudamericano De Beers, il primo gruppo al mondo nel settore, ha annunciato che nelle vendite di gennaio applicherà rincari del 3,5% alle gemme grezze, che tra giugno e novembre erano già state aumentate del 4 per cento.

Ma conviene investire nel diamante? Per chi volesse approciarsi a questa forma di investimento ci sono varie strade:

1) il gioielliere di fiducia (non garantisce però la rivendita);

2) le banche (sono poche quelle che offrono questo servizio ai clienti di fascia bassa, la maggior parte, invece, si rivolge a clienti private);

3) gli intermediari specializzati. L’ investimento minimo  èdi circa 4mila euro. In Italia ve ne sono due: Intermarket diamond business (fondata nel 1976) e la nuova Diamond private investment (nata nel 2005). In questo caso si viene indirizzati a un promotore o presso una banca convenzionata. E’ possibile rivendere le pietre acquistate perché le società assicurano la liquidabilità del prodotto dopo la richiesta del cliente. Secondo quanto ci ha indicato Maurizio Sacchi, amministratore delegato di Diamond investment private, viene applicata una commissione tout court del 10% che incorpora il margine di intermediazione. Lo stesso consiglia di non investire oltre il 5% del capitale mobiliare.

4) si può acquistare il diamante direttamente online (uno dei siti più noti è http://www.diamond.com).

In tutti i casi valgono queste regole:

a) il diamante non è un investimento di tipo speculativo per cui va focalizzato in un orizzonte temporale di medio lungo periodo, quando appunto ha storicamente dimostrato di superare l’andamento di inflazione o di altri beni rifugio per eccelenza, quale è ad esempio l’oro;

b) la scelta del diamante è decisiva, dato che sono molte le caratteristiche che ballano tra un diamante e un altro. Uno studio della Rapaport, considerato il riferimento internazionale per i prezzi dei diamanti, mostra, infatti, che un’ipotetica cifra di mille dollari spesa nell’acquisto di pietre da 3 carati il primo gennaio 1996 avrebbe fruttato, dieci anni dopo, 373 dollari. Per diamanti da 1 carato, il guadagno si sarebbe ridotto a 267 dollari, mentre per quelli da mezzo carato si sarebbe andati incontro a una perdita di 17 dollari;

c) il diamante deve essere certificato da un istituto gemmologico che analizza: il colore, la purezza, il taglio e il peso, denominate “4C”, ovvero Colour, Clarity, Cut, Carat.

d) chi investe in diamanti è esposto al rischio cambio, dato che il prezzo è fissato in dollari statunitensi.

Chi decide, pertanto, di inserire in cassaforte questa pietra preziosa è bene che consideri queste variabili prima di procedere all’acquisto. (Il Sole 24 Ore – Radiocor – 24 minuti).

  • Maicolengel |

    Gli articoli di economia che trattano l’argomento vorrebbero darvi ad intendere che i diamanti da investimento non sono quelli che si comperano in gioielleria ma solo quelli che trovate in banca (e guarda caso ogni articolo di questo genere è accompagnato da un intervista ad un personaggio -sempre lo stesso- che si occupa di vendere le pietre “blisterate” alle banche, come al solito niente nomi che si rischia la denuncia)! Ma cos’è una pietra blisterata? beh è una pietra che viene chiusa sigillata come un medicinale.
    Ecco quando la compro appare più o meno come qui sopra, qual’è il problema? è che la pietra ha una garanzia/certificato che vale finché non viene aperto il blister (a meno che non abbia un incisione al laser che la identifica).
    Se apro il blister e la pietra non è come descritta chi me l’ha venduta può sempre accusarmi d’averla sostituita, e rifiutarsi di far valere la garanzia, solo che per scoprire che la pietra è diversa l’unica via è aprire il blister, quindi che fare? Il mio consiglio è: se dovete/volete comperare merce preziosa per investimento fatelo con l’oro, o ancor meglio fatelo con le sterline. Se volete fare un bellissimo regalo fatelo coi diamanti, ma non fatevi fregare da questi farabutti che vogliono solo i vostri soldini per comprarsi l’ennesima barca a Miami!
    Meditate gente meditate…

  • Eraldo Albricci |

    Egregio Signor,
    Vito Lops
    Concordo pienamente con quanto da lei riportato, mi permetto di scrivere, punto per punto, la mia esperienza:
    1. Il diamante da gioielleria è diverso da quello d’investimento. Infatti quello da investimento ricopre l’1%-1.5% della produzione mondiale.
    2. Le banche vendono il diamante da investimento, con un ricarico eccessivo.
    3. Concordo con l’investimento minimo, che può essere di 100€ mensili (piano d’accumulo) e per gli intermediari, che possono essere tanti, la società per cui opero distribuisce direttamente da Anversa.
    4. La società per cui opero non distribuisce questi investimenti con i diamanti, online.
    Concordo pienamente con le regole non speculative, etiche, solo che il prezzo non è fissato in dollari. E se disinvesto a Hong Kong?
    Per la collocazione in cassaforte, una opzione come quella gratuita nei cavou di Anversa.
    Aggiungo:
    – L’investimento non ha costi d’apertura e gestione.
    – Il diamante è un bene al portatore.
    – Non tassabile alla conversione in casch.
    Mi auguro di aver partecipato positivamente al messaggio.
    Cordiali Saluti
    Eraldo Albricci

  • soldi |

    Wow davvero interessante questo sito.. Investire in oro però mi sembra più economico e offre di più..

  • Diamanti Italia |

    Diamanti Italia è una ditta Italiana con sede a Roma e a Milano e che si appoggia ad uffici esteri con sedi ad Anversa, a New York e a Tel Aviv.
    CONTATTACI per un preventivo gratuito, possiamo trovare il diamante che
    soddisfa le tue esigenze (abbiamo a disposizione tutte le tipologie di
    diamanti, tutti i tipi di taglio, caratura, colore e purezza).
    Diamanti Italia
    http://www.vendita-diamanti.com

  • Diamanti Italia |

    Ad oggi, uno degli investimenti più sicuri e redditizi è investire in diamanti certificati.
    Le quotazioni dei diamanti sono in continua crescita con aumenti che arrivano fino al 15% annuo.
    Cordiali Saluti,
    Diamanti Italia
    http://www.vendita-diamanti.com

  Post Precedente
Post Successivo