Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Mutui, attenti all’Euribor

Euribor
Torno sui mutui, come avrete capito, tema a me caro perché si tratta di uno dei prodotti finanziari di massa (più della metà di chi acquista casa in Italia ricorre a un finanziamento ipotecario) ma allo stesso tempo non troppo semplice da leggere.

In questo post vorrei evidenziare un’asimmetria che riguarda l’Euribor, il parametro europeo a cui va aggiunto lo spread (percentuale di guadagno dell’istituto erogante). Così, leggiamo spesso che il tasso applicato su tal mutuo variabile è dato dalla somma dell’Euribor (a 1,3,6 0 12 mesi) + uno spread, per fare un esempio, dell0 0,9%.

Lo spread determina in sostanza il prezzo al dettaglio del credito. L’Euribor, invece, quello all’ingrosso (vale a dire quanto le banche spendono per chiedere prestiti interbancari).

Lo spread però dovrebbe in teoria essere applicato sull’Euribor corrispondente alla frequenza della rata. Nel senso che, se pago una rata mensile, l’Euribor di riferimento dovrebbe essere quello a un mese. E così via.

Tuttavia, non sempre le banche applicano questa regola. Come evidenzia questa tabella:

Banca Euribor a cui si aggancia lo spread
Ing direct 1 mese
Banca agricola mantovana  1 mese
Unicredit banca per la casa 3 mesi
Cariparma 1 mese
Ge Money Bank 3 mesi
Banca carige  3 mesi
Mcquarie Bank 3 mesi
Bancapulia 3 mesi
Banca Toscana  6 mesi
Banca popolare italiana 3 mesi
Intesa Sanpaolo 1 mese
Bnl 1 mese
Banca di Roma  1 mese

Essendo in questa fase (di rialzo dei tassi) gli Euribor a 3, 6 e 12 mesi più cari rispetto a quello a un mese, il tasso che paga un soggetto che ha stipulato un mutuo a tasso variabile agganciato a un euribor più alto di un mese è quindi più alto.

Ecco qui, a quanto viaggiano questa mattina i tassi euribor

360/365 365/365
1 Settimana 4,079 4,136
2 Settimane 4,085 4,142
3 Settimane 4,09 4,147
1 Mese 4,105 4,162
2 Mesi 4,203 4,261
3 Mesi 4,281 4,34
4 Mesi 4,313 4,373
5 Mesi 4,355 4,415
6 Mesi 4,394 4,455
7 Mesi 4,433 4,495
8 Mesi 4,463 4,525
9 Mesi 4,495 4,557
10 Mesi 4,515 4,578
11 Mesi 4,544 4,607
1 Anno 4,565 4,628

Per cui, anche l’Euribor, quando si stipula un mutuo è un parametro importante da considerare.

  • surymila |

    una domanda. Io vorrei sapere come si puo cambiare il mutuo stipulato in feb 2007 con tasso piu alto e visto che adesso il tasso e basso Io vorrei cambiare ma la mia banca dice che se adesso il tasso e basso lo spread è su 2% e giusto questo?

  • Bianca |

    Una cortesia. Parlando di tasso Euribor a 6 mesi (con mutuo a tasso variabile) l’aumento o la diminuzione viene calcolata sulla rata del mutuo ogni 6 mesi, oppure è lecito di mese in mese?

  • Luca |

    In fase di ribasso succede il contrario: euribor 1 mese più alto di quello a 6 mesi…quindi nel lungo periodo gli effetti dovrebbero annullarsi, giusto?
    quindi mi sembra abbastanza indifferente la scelta del tipo di euribor 1,3, o 6 mesi, giusto?

  • Caterina |

    Grazie per questa spiegazione. Riparliamo anche di quali parametri considerare per scegliere tra fisso e variabile, personalmente mi trovo a dover fare questa scelta per un mutuo di quelli che ogni 5 anni ti danno l’opzione di cambiare, e non so proprio come decidermi. Sarebbe bello un parere su come può secondo lei pesare l’attuale situazione USA, dove c’è una crisi sui finanziamenti ecc. sui possibili futuri andamenti dei tassi in Europa.
    Grazie ancora per l’ottimo lavoro!!

  • agostino |

    Grazie per la preziosa notizia. Ci ternga informati sui tanti aspetti dei mutui che ne fanno, per noi profani, delle assolute incognite.
    Cordiali saluti

  Post Precedente
Post Successivo