Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le banche danno la caccia agli hacker

Phishing3
Tastiere virtuali, codici usa e getta. Doppia, tripla password. Sono varie le tecniche attraverso cui le banche danno la caccia agli hacker per cercare di arginare il fenomeno del phishing. Ma nessuna è infallibile perché il furto dell’identità digitale è un reato operato dagli "ingegneri sociali" basato quindi sul fattore umano che è da sempre l’anello più debole della sicurezza. Non a caso Albert Einstein amava ricordare:  "Soltanto due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana, e non sono tanto sicuro della prima".

Basti pensare che per compiere il più grande furto della storia dell’informatica al giovane hacker americano Mark Rifkin è bastata una telefonata in azienda. Accadeva nel 1978 quando l’ingegnere sociale attraverso l’arte del raggiro riuscì a farsi regalare 8 milion di dollari dalla Security Pacific National Bank di Los Angeles.

Per chi è interessato a conoscere quali sono le tecniche oggi utilizzate dalle più importanti banche italiane (in particolare quelle online) ho scritto questo articolo, pubblicato ieri su 24 minuti.