Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Banche, in Europa 1.000 miliardi di crediti deteriorati

 

Le banche europee hanno in pancia 1.000 miliardi di euro in crediti deteriorati, un numero equivalente al Pil della Spagna o il 7,3% del Pil dell’Unione europea. Secondo l’Eba, l’European banking authority, questo livello è una fonte di “grave preoccupazione”. In media le banche europee hanno crediti deteriorati pari al 5,6% del totale dei crediti, oltre il doppio rispetto agli Stati Uniti. L’Italia è nella lista nera con un dato nettamente sopra la media: 16,7%. I crediti deteriorati in Italia corrispondono al 17,1% del Pil.

Peggio delle banche italiane, sempre in termini di “non performing loans” ci sono le banche le cipriote, con una media di circa 50%, seguite dalle slovene a 28,4%, dalle irlandesi al 21,5% e dalle ungheresi al 18,9%. Meglio lo spagnole (15,8%). Decisamente virtuose, invece, le banche svedesi, con sofferenze limitate a 1,1% sul totale dei crediti.

Questi dati fanno spiegano anche perché le banche italiane, benché stiano aumentando la propensione a elargire prestiti nel 2015 dopo il quantitative easing della Bce, eroghino ancora con il contagocce. Questi numeri spiegano anche perché la ripresa dell’inflazione al momento sia un miraggio.

  • Dareios |

    Gentile Luigi io credo che il bubbone non esploderà perché non esiste alcun bubbone. E’ tutto un bluff per farci credere, temere e sperare. Quando veramente dovesse succedere un patatrac a mio avviso ci sarà un po’ di panico iniziale ma poi subentrerà la deregulation e compariranno numerose iniziative e ognuno si attaccherà a qualcosa di tangibile e non certo al Mibtel. In quell’ipotesi ci sarebbe il crollo della credibilità di chi vende chiacchiere e pezzi di carta e per effetto di un’isteresi molto pronunciata dovranno passare anni e fatica prima che qualcosa si ricucia. Quindi la parola d’ordine è terrorizzare ma non arrivare mai al botto, che sarebbe un boomerang. Quindi anima e coraggio. Io ora vado a farmi una pizza. Saluti

  • Luigi |

    Scusi, ma uno scenario del genere non è quanto meno apocalittico? o prima o dopo questo bubbone esploderà…nessuno fa nulla?

  Post Precedente
Post Successivo